Soccorrere un collega in difficoltà

cassettapsNORMATIVE VIGENTI PER IL PRIMO SOCCORSO

L’attuale normativa rende obbligatorio l’acquisto e il mantenimento in buone condizioni delle cassette di primo soccorso da tenere in qualsiasi luogo di lavoro.
In mancanza si va incontro a sanzioni anche molto gravi, quali l’arresto dai tre ai sei mesi. Sono previste multe particolarmente salate (da tre a otto milioni delle vecchie lire) anche se non sono presenti in azienda uno o più operatori addestrati a intervenire qualora succedesse un malore o un infortunio a un collega.

Il D.Lgs n.388 del 15/07/2003 indica una netta distinzione tra le società con più di tre collaboratori e quelle al di sotto di questo numero. Le prime sono tenute a possedere la dotazione minima indicata nell’allegato uno della stessa norma, le altre quella prevista dall’allegato due (quest’ultimo vale anche per gli automezzi aziendali).
Le due tipologie di cassette differiscono sostanzialmente per la quantità del materiale incluso (di maggiore entità nell’allegato uno) e la fornitura di alcuni dispositivi medici quali i teli sterili monouso, il termometro e l’apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa, non obbligatori per le aziende con meno di tre addetti.

La disposizione di legge indica inoltre la designazione di un responsabile aziendale che nominerà a sua volta uno o più operatori formatisi attraverso corsi ad hoc; questi ultimi preparano non solo all’uso coretto degli strumenti contenuti nelle cassette ma anche ad affrontare, attraverso nozioni di primo soccorso, qualsiasi emergenza, sempre nella speranza di non dover poi contattare il 118 per richiedere altre cure mediche.

IL CONTENUTO DELLA CASSETTA DI PRIMO SOCCORSO

Il contenitore delle cassette di primo soccorso è stato concepito per essere facilmente trasportabile in caso di trasferta.
Le cassette deve essere conservata in un luogo accessibile a tutti e ben segnalato, meglio se da una croce rossa; deve comunque contenere prodotti basilari come guanti, garze e pinzette sterili, un flacone di Betadine Alcolico, uno di soluzione fisiologica, ghiaccio secco monouso, cotone idrofilo, cerotti etc.
In ogni confezione di medicazione sono obbligatorie le specifiche istruzioni all’uso.
E’ importantissima la pronta sostituzione del materiale scaduto o già utilizzato in modo da avere una cassetta di primo soccorso sempre in piena efficienza.

Le aziende che vogliono acquistarla devono rivolgersi a società e siti specializzati nel settore.

PRIMO SOCCORSO: COME COMPORTARSI DAVANTI AD UN MALORE/INCIDENTE

Se disgraziatamente un nostro collega accusa un malore o si ferisce, gli addetti al primo soccorso devono essere pronti all’intervento, mantenendo il sangue freddo e mettendo in pratica quanto appreso durante la loro formazione. Se l’infortunato è in grado di camminare la prima mossa è di condurlo accanto a una delle cassette di primo soccorso; qualora ciò non sia possibile, si trasporterà la stessa nel luogo dell’incidente/malore.
E’ essenziale accertarsi poi delle sue reali condizioni per valutare, anche se in dubbio, se ci sia la necessità di chiamare il 118 e far così intervenire gli operatori sanitari.

Soccorrere un collega in difficoltàultima modifica: 2017-03-29T13:59:00+02:00da prolosto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento